Le tasse di Renzi

agosto 26, 2015admin2015, da FACEBOOK0

Renzi è andato al meeting di CL. Chi si aspettava cose nuove (sull’immigrazione, ad esempio, visto quello che sta succedendo) è servito. Soliti slogan. Tranne uno: lui la TASI sulle prime case (3,5 miliardi) la toglie a tutti, ricchi e poveri, e anche l’IMU sulle prime case di lusso.
Per la verità, il messaggio è stato: via TASI e IMU per tutti, ma l’IMU sulle seconde case vale 15 miliardi, quindi o lo slogan contiene una (piccola?) bugia oppure siamo alla frutta.
Tra gli slogan, notevole quello sul berlusconismo e l’antiberlusconismo, che insieme avrebbero bloccato l’Italia per vent’anni. Quindi, se ho ben capito, era meglio se gli antiberlusconiani non c’erano, lì a rompere le scatole e a dire sempre di no. E infatti lui ad Arcore, dicembre 2010, nel mezzo di una crisi che si stava facendo sempre più drammatica per l’Italia, ci andò. Ancora non si sa a dirgli cosa.
Avanti tutta! direbbe la contessa Pia Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare.

PS: l’accostamento delle elezioni al Telegatto, per dire che il Senato non deve per forza essere elettivo, rivela in tutta la sua plasticità la concezione che Renzi ha della democrazia e della sovranità popolare. Roba da avanspettacolo, diciamo. E con questo, il PD-partito-della-sinistra-italiana è colpito e affondato. Una prece.

RANDOM GALLERY
vialapolveredallastoria_3422 dsc_2084 stampa assemblea2 daniela_7 daniela_6
VI SEGNALO
CERCA NEL SITO
SEGUIMI anche SU: